Translate ...

venerdì 26 agosto 2016

"Capolavori della scultura buddhista giapponese" alle Scuderie del Quirinale

Fino al 4 settembre le Scuderie del Quirinale ospitano i "Capolavori della scultura buddhista giapponese": ventuno opere summe - per un totale di 35 pezzi che spaziano dal VII-VIII secolo (periodo Asuka) al 1185-1333 (periodo Kamakura) - saranno esposte per la prima volta in Italia.
La mostra - Organizzata dal Bunkacho (Agenzia per gli affari culturali del Giappone) - consente la visione di autentici gioielli solitamente custoditi nei templi o nelle collezioni museali giapponesi.
La scultura buddhista, insieme alla scrittura e agli insegnamenti, fu introdotta in Giappone dalla Cina tra il VI e il VII secolo; a partire dal X secolo conobbe uno sviluppo sempre più originale rispetto ai modelli continentali trovando il suo culmine nell'arte del tardo periodo Heian (794-1185), l’epoca della corte imperiale di Kyoto, che esaltò la grazia come supremo valore espressivo utilizzando il legno come materia prima.
In seguito (con la vittoria del potere militare sulla corte) a partire dall'epoca Kamakura (1185-1333), si affermò una scultura realistica e vigorosa, essenziale nelle forme, che ben rispondeva agli ideali dei samurai e alla filosofia legata al buddhismo zen che si stava allora diffondendo: una ricchezza che rende la scultura di quest’epoca la summa di tutta la scultura giapponese.
La ricerca spirituale è una delle caratteristiche fondamentali dell’estetica giapponese e, nel caso della scultura, il risultato è particolarmente evidente. Le opere presenti in mostra esprimono scuole di buddhismo e insegnamenti differenti, sono legate alla funzione rituale e allo stile del tempio che le ospita richiamando caratteristiche ed emozioni diverse a seconda della figura rappresentata.
Le opere esposte ci parlano di una cultura solidissima e di una potenza creativa formidabile; assumono, per il visitatore italiano, il significato di un incontro e di un dialogo serrato e diretto: ogni opera richiama stati di consapevolezza e sentimenti diversi, come la meditazione e l’azione, la quiete e l’ira, la comprensione e la paura.

Riferimenti da:

giovedì 25 agosto 2016

Terremoto centro Italia

Per aiutare le popolazioni colpite dal terremoto si possono donare 2 euro con un SMS al numero solidale 45500 attivato dalla Protezione Civile. 


Per inviare offerte di beni e servizi si possono utilizzare i riferimenti mail della Protezione Civile.


Riferimenti da: 

lunedì 15 agosto 2016