Translate ...

sabato 21 dicembre 2013

I Bronzi di Riace tornano a casa


Il lungo esilio dei Bronzi di Riace - dal 2009 a palazzo Campanella, sede del Consiglio regionale calabrese - è terminato.
Si è svolta oggi, infatti, l'inaugurazione per la riapertura della "sala dei bronzi di Riace" del Museo nazionale della Magna Grecia di Reggio Calabria.
Il recupero del museo è opera dell’architetto Paolo Desideri: l'utilizzo del modello noto come “tensegrity”, mai adottato in Italia, ha dato come risultato 10.800 metri quadrati ripristinati, la copertura vetrata del cortile e il pavimento in lastre di vetrocamere con una struttura metallica leggerissima.
Sono state inoltre riaperte le finestre murate in passato ed è stato realizzato un impianto di climatizzazione e filtraggio dell’aria soprattutto negli ambienti dei Bronzi.


Come evidenziato "grazie al restauro e alla nuova organizzazione museale è stato possibile esporre pezzi straordinari, chiusi nelle casse e mai visti. Sarà il Museo dei Bronzi di Riace. Ma non solo. Per la verità, molto di più. Sarà la Casa della Magna Grecia". 
Le due statue – rinvenute nel 1972 nei pressi di Riace (provincia di Reggio Calabria) – sono considerate tra i capolavori scultorei più significativi dell'arte greca e tra le testimonianze dirette dei grandi maestri dell'età classica. Le ipotesi sulla provenienza e sugli autori dei bronzi sono diverse, ma non esistono ancora elementi che permettano di attribuire con certezza le opere ad uno specifico scultore.

Ti potrebbe interessare:

giovedì 19 dicembre 2013

A Torino "RENOIR, dalle Collezioni del Musée d'Orsay e dell'Orangerie"



Alla GAM (Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea) di Torino fino al 23 febbraio 2014, una mostra che riunisce una sessantina di opere di Pierre-Auguste Renoir (1841-1919) - eccezionalmente prestate dal Musée d’Orsay e dall’Orangerie - e permette di ricostruire nella sua completezza il percorso artistico di uno dei maestri dell’Impressionismo.
Il percorso espositivo attraversa i grandi temi che hanno caratterizzato la sua opera, dagli inizi - nella Parigi degli anni sessanta dell’Ottocento - quando incontra Monet, Bazille, Cézanne, Degas, Pissarro e Manet, fino ai grandi nudi femminili degli ultimi anni, passando per i ritratti delle "grisettes" (le sartine di Montmartre), quelli dei suoi amici e familiari, i paesaggi e i fiori che celebrano la vitalità della natura o ancora l’evocazione gioiosa e lirica dei balli e delle feste popolari.


I capolavori qui raccolti testimoniano quanto, al di là dello stereotipo che frequentemente lo identifica solo come pittore della spensieratezza e della gioia di vivere, Renoir fu un artista in perenne ricerca, sempre pronto a misurarsi con il nuovo.
La mostra si articola in nove sezioni: "L’età della Bohème", “Nous adorons les femmes de Renoir”; “Le métier de paysagiste”; "Infanzia"; “La recherche heureuse du côté moderne”; "Le Jeunes filles au piano"; “Beau comme un tableau de fleurs”; “Le nu, forme indispensable de l’art”; "L’eredità delle Bagnanti".


Ti potrebbe interessare:

martedì 26 novembre 2013

Vassily Kandinsky. A Milano la collezione dal Centre Pompidou di Parigi


Al Palazzo Reale di Milano - dal 17 dicembre 2013 al 4 maggio 2014 - l’importante retrospettiva dedicata all’artista russo Vassily Kandinsky.
La mostra presenta oltre 100 opere provenienti dal Museo Centre Pompidou di Parigi, che ripercorrono le tappe della vita dell'artista che segnò l'evoluzione più significativa della storia della pittura del Novecento.
Spazia dalle prime esperienze in Russia, alla progressiva semplificazione e stilizzazione delle forme; dall’esperienza al Bauhaus di Weimar, fino agli anni '30
Il percorso espositivo è suddiviso in tre categorie, denominate con espressioni tipiche del linguaggio musicale: Impressioni (che comprende quadri nei quali è ancora visibile l’impressione diretta della natura esteriore); Improvvisazioni (opere che presentano un’aggregazione di segni senza alcun ordine, nate improvvisamente dall’intimo e inconsciamente) e Composizioni (in cui l’artista partecipa cosciente alle loro costruzione).


Considerato il principale esponente dell’astrattismo e impegnato nel movimento espressionista, Kandinsky sviluppò una propria teoria per combinare le varie forme del lavoro creativo (pittura, musica, arti popolari, disegni di bambini) colmando le tradizionali divisioni artistiche di periodi e scuole di pensiero diverse. 

TI POTREBBE INTERESSARE:

domenica 17 novembre 2013

"Cleopatra. Roma e l'incantesimo dell'Egitto"


A Roma - fino al 2 febbraio 2014 - il Chiostro del Bramante ospita un'esposizione dedicata ad una delle donne più famose e controverse di tutti i tempi: Cleopatra. Non particolarmente bella ma seducente, dotata di intelletto brillante, colta e raffinata, ha fondato la sua forza sulla sua personalità libera e indipendente.
In mostra 180 opere provenienti dai più importanti musei del mondo: il Museo Egizio di Torino, i Musei Vaticani e i Musei Capitolini. Il Museo Nazionale Romano, il Museo Archeologico Nazionale di Napoli, il Museo Egizio di Firenze. E ancora il British Museum di Londra, il Musée du Louvre di Parigi e il Kunsthistorisches Museum di Vienna.
Curata da Giovanni Gentili (già curatore della memorabile esposizione su Giulio Cesare) la mostra, oltre a raccontarne la vita, approfondisce per la prima volta il rapporto tra Cleopatra e Roma, quando poco più che ventenne conquistò prima Giulio Cesare e poi Marco Antonio.
Il percorso espositivo è suddiviso in nove sezioni: 
- Cleopatra. L'ultima regina d'Egitto 
- La terra del Nilo 
- I sovrani ellenistici 
- Gli dei e il sacro nell'Egitto tolemaico 
- Le arti; I protagonisti, le vicende 
- Cleopatra e Roma. L'Egittomania 
- Nuovi culti a Roma - Roma conquistata: i nuovi faraoni

Tra i capolavori esposti si segnalano: il ritratto di Cleopatra cosiddetto “Nahman”, esposto in Italia per la prima volta; uno straordinario ritratto di Ottavia, sposa di M. Antonio e sorella di Augusto rilavorato come Cleopatra – questo esposto per la prima volta al mondo – un ritratto della regina d’Egitto giovanissima, realizzato probabilmente quando salì al trono nel 51 a.C. e anch’esso esposto in prima mondiale, l’Alessandro Magno “Guimet” del Museo del Louvre, capolavoro della sculturaellenistica; uno straordinario bronzo inedito che ritrae Alessandro Sole, figlio di Cleopatra e Marco Antonio e lo spettacolare ma quasi sconosciuto mosaico del Nilo (dal Museo di Priverno). 

Non mancano splendide opere di alta oreficeria ed altri preziosi e rari documenti archeologici.
Infine due regali per i visitatori: Valerio Massimo Manfredi, archeologo e scrittore di fama internazionale, racconterà la storia di Cleopatra svelandone i segreti, e l’audioguida della mostra sarà data a tutti in omaggio.

TI POTREBBE INTERESSARE:

venerdì 8 novembre 2013

"100 anni di follia pratica". Fornasetti alla Triennale

 

In occasione del centenario dalla nascita, la Triennale Design Museum rende omaggio a Piero Fornasetti

A Milano, dal 13 novembre al 9 febbraio 2014, la prima grande e inedita mostra in Italia dedicata all'artista.
Pittore, stampatore, progettista, collezionista, stilista, raffinato artigiano, decoratore, gallerista, ideatore di mostre, Fornasetti è stato una personalità estremamente ricca e complessa. Ha disegnato e realizzato circa 13.000 tra oggetti e decorazioni: un universo di rigore progettuale, artistico e artigianale, ma anche di fantasia, invenzione surrealista e poesia.

La mostra si compone di oltre 700 pezzi provenienti per la maggior parte dall'Archivio curato da Barnaba Fornasetti, che prosegue ancora oggi l’attività avviata dal padre. 
Il percorso espositivo si articola in sezioni che vanno dagli esordi pittorici vicini al Novecento, alla stamperia di libri d’artista, dalla stretta collaborazione con Gio Ponti negli anni ’50 e ’60, ai più difficili anni ’70 e fino al 1988, anno della sua morte.


TI POTREBBE INTERESSARE:


domenica 27 ottobre 2013

A Genova, Edvard Munch in mostra


Si svolgerà dal 6 novembre al 27 aprile 2014, al Palazzo Ducale di Genova, la mostra dedicata a Edvard Munch
Curata da Marc Restellini, direttore della Pinacotheque de Paris, la rassegna si compone di oltre 120 opere provenienti dai maggiori collezionisti internazionali del maestro scandinavo, di cui proprio quest'anno si ricordano i 150 anni della nascita.
Un'esposizione che è allo stesso tempo rappresentativa del percorso artistico ed esistenziale di Munch, ma anche testimonianza del passaggio, da un naturalismo di stampo impressionistico, ad una pittura nuova e audace che contribuì in maniera determinante a sconvolgere tutta l'arte del XX secolo.


Come sottolineato da Marc Restellini, "Munch si oppone deliberatamente a ciò che vede e conosce: in una logica quasi anarchica, si mette in contrasto con l'impressionismo, il simbolismo, il naturalismo per inventarsi una forma di espressione artistica in rivolta contro tutto ciò che sin dalla sua infanzia gli è stato presentato come regola sociale".
All'interno della mostra sarà presente (in anteprima assoluta per l'Europa) "Warhol after Munch": una serie di opere realizzate da Andy Warhol ed ispirate alla produzione di Munch.

TI POTREBBE INTERESSARE:

giovedì 17 ottobre 2013

"Verso Monet". A Verona il paesaggio dal '600 al '900.


A Verona - dal 26 ottobre 2013 al 9 febbraio 2014 presso il Palazzo della Gran Guardia - la mostra “Verso Monet - Il paesaggio dal Seicento al Novecento”.
L'esposizione ospita circa novanta opere. Tra queste molti i capolavori di grandi artisti provenienti da alcuni dei più importanti musei statunitensi, come il Museum of Fine Arts di Boston e il Columbus Museum of Art.
Tra le opere, dipinti di Poussine, Lorraine, Van Ruisdael, Van Goyen, Hobbema, Canaletto, Monet, Renoir, Sisley, Pissarro, Caillebotte, Degas, Manet, Van Gogh, Gauguin e Cézanne.
Obiettivo della mostra è mettere in luce il ruolo del paesaggio come tema a sé stante nella storia dell'espressione artistica, da mero sfondo di personaggi e narrazioni, a rappresentazione autonoma.


Il percorso espositivo è diviso in sezioni:
  • Il Seicento, il vero e il falso della natura: dal paesaggio come sfondo al paesaggio come tema;
  • Il Settecento, l'età della veduta: con le opere dei grandi vedutisti veneziani;
  • Il paesaggio romantico: con l'inserimento in questo soggetto artistico di elementi psicologici propri dell'arte ottocentesca.
  • Realismi: con opere delle scuole est-europee ed americane dell'Hudson River;
  • L'impressionismo e il paesaggio / Monet e la nuova idea di natura: il percorso del paesaggio verso quella ricerca assoluta dello studio della natura e della sua trasposizione artistica che fu uno dei nodi centrali della ricerca impressionista e soprattutto di Claude Monet;
La mostra si trasferirà a Vicenza - Basilica Palladiana - dal 22 febbraio al 4 maggio 2014.
TI POTREBBE INTERESSARE: 

domenica 6 ottobre 2013

A Milano, "Rodin. Il marmo, la vita"


Dal 17 ottobre al 26 gennaio 2014 - nella Sala delle Cariatidi di Palazzo Reale a Milano - la mostra dedicata allo scultore Auguste Rodin (1840-1917), considerato uno dei massimi innovatori della tradizione scultorea insieme a Michelangelo.
Nata dalla collaborazione col Musée Rodin di Parigi e con la Galleria Nazionale d'Arte Moderna di Roma, la rassegna presenta oltre 60 opere. 
Il percorso espositivo va da alcune opere giovanili di stampo classico (fra cui il celeberrimo "Homme au nezcassé" - rifiutato dal Salone parigino del 1864 - ed il "Bacio" - scultura che rappresenta due amanti e che diede scandalo nella Francia di fine Ottocento -), al periodo della piena maturità del maestro anche dal punto di vista della capacità di elaborazione delle figure. 
Qui troviamo le bellissime "Mains d'amant" (richiamo lirico all'amore e alla sensualità) che lasciano già pienamente comprendere il lavoro di recupero della tradizione che Rodin conduce insieme all'affermazione di una nuova idea di scultura. 
La mostra di Rodin a Milano è una prima assoluta, destinata a spostarsi in seguito anche a Roma. 



TI POTREBBE INTERESSARE:


martedì 1 ottobre 2013

L'Aquila presenta: 2° Festival dell'Acqua


Dal 6 all'11 ottobre sarà l’Aquila ad ospitare la seconda edizione del Festival dell’Acqua, la manifestazione più articolata e completa del settore idrico in Italia. 
Gli aspetti economici e quelli ambientali, gli investimenti e i ritardi, la regolazione, il problema delle perdite di rete, il dissesto idrogeologico. Questi sono soltanto alcuni dei molti temi intorno a cui il mondo ''idrico'' si troverà a discutere.
L’evento ideato e promosso da Federutility - la federazione che associa tutti i gestori italiani del servizio idrico e rappresenta l’Italia negli organismi europei e mondiali - prevede incontri di carattere tecnico-scientifico-istituzionale, ma anche convegni, spettacoli, presentazioni di libri, laboratori didattici. 


La scelta della città abruzzese – dopo la prima edizione del Festival a Genova nel 2011 – non è casuale: con le sue ferite ancora aperte rappresenta un monito verso l’adozione di misure di prevenzione e innovazione nella pianificazione urbanistica delle nostre città. 
Una sessione approfondita sarà dedicata in particolare agli effetti dei fenomeni sismici sulle infrastrutture idriche e sulle misure di prevenzione da adottare.
In continuità con quanto già svolto nel Festival di Genova, verrà affrontato anche il tema degli strumenti utilizzabili per consentire il raggiungimento dei “Millenium Goals” in materia di risorse idriche in diverse aree del Pianeta.
Infine, grazie al protocollo siglato, EXPO 2015 è partner di questa edizione di L'Aquila e la prossima edizione del Festival dell’Acqua si svolgerà a Milano, proprio all’interno dei padiglioni dell’EXPO 2015.

RIFERIMENTI DA:

lunedì 19 agosto 2013

Cioccolato "in mostra" a La Thuile


Dal 23 al 25 agosto torna CHOCOLAThuile, la mostra mercato rivolta ad addetti ai lavori ed agli appassionati del cioccolato artigianale. Nell'antica Vallis Digna (situata nel tratto finale della Valle d'Aosta, prima del confine francese) la cittadina di La Thuile propone esposizioni, work shop e convegni ed alcuni ristoranti della zona avranno per l’occasione menu a tema.

Nel corso della manifestazione è possibile inoltre assistere in diretta alla lavorazione del cioccolato in tutte le sue fasi, oltre che partecipare a corsi guidati di degustazione. 
Dal 2009 La Thuile è stata insignita del titolo di "Città del Cioccolato".

Ti potrebbe interessare:
http://chocolathuile.it

domenica 28 luglio 2013

Calici di Stelle 2013. Dedicata a Giuseppe Verdi


Vino e musica per la notte stellata di San Lorenzo.
"Calici di Stelle" il 10 agosto festeggia i duecento anni dalla nascita di Giuseppe Verdi e dedica al celebre compositore l’edizione 2013 dell’appuntamento promosso dal Movimento Turismo del Vino in collaborazione con Città del Vino che torna in centinaia di piazze e decine di cantine di tutta Italia nella "notte delle stelle cadenti".
Dalla Valle d’Aosta alla Sicilia, sullo sfondo dei luoghi più suggestivi, gli appassionati saranno protagonisti del brindisi più atteso dell’estate tra degustazioni e iniziative sotto le stelle, con musica, spettacoli, mostre. 
“Vino e offerta culturale sono un binomio vincente - afferma il presidente del Movimento Turismo del Vino, Daniela Mastroberardino - per promuovere l’enoturismo in Italia. Lo conferma il successo crescente di Calici di Stelle che unisce la filosofia del buon bere alle diverse iniziative in programma nelle cantine del Movimento, che apriranno le loro porte, ma anche nelle piazze italiane.


L’omaggio a Giuseppe Verdi sarà un modo per unire alla cultura e alla storia millenaria del vino italiano la grandezza e l’universalità della musica del celebre compositore, ambasciatore dell’Italia nel mondo. Il tutto suggellato dall’emozione e il fascino della notte di San Lorenzo che regalerà agli enoappassionati di tutta Italia un’esperienza unica”. 
“L’obiettivo dell’edizione 2013 di Calici di Stelle - conclude il presidente delle Città del Vino, Pietro Iadanza - è quello di rafforzare i messaggi che valorizzano sempre di più i rapporti tra “vino-territorio”, “vino-cultura”, “vino-turismo” e “vino-accoglienza”. 

Ti potrebbe interessare:
http://www.movimentoturismovino.it/it/eventi/3/calici-di-stelle/

sabato 29 giugno 2013

Addio Margherita Hack

Margherita Hack  (Firenze 12 giugno 1922 -  Trieste 29 giugno 2013)

E' stata la prima donna a dirigere un osservatorio astronomico nel nostro Paese (quello di Trieste) dal 1964 al 1987, portandolo a diventare partner di grandi progetti di ricerca internazionali, come il Very Large Telescope (Vlt) dell’Osservatorio Europeo Meridionale, il Large Binocular Telescope (Lbt) sul Monte Graham in Arizona, il satellite Planck dell’Agenzia Spaziale Europea (Esa) e lo European Extremely Large Telescope. Con la stessa apertura internazionale Margherita Hack ha diretto anche il Dipartimento di Astronomia dell'università di Trieste dal 1985 al 1991 e dal 1994 al 1997.
Importante il suo contributo nello studio dell’astronomia agli ultravioletti: " il cielo puó essere osservato in molti modi diversi, dalla luce visibile ai raggi X. Guardarlo ai raggi ultravioletti significa poter osservare fenomeni altrimenti invisibili, i cui protagonisti sono oggetti molto caldi, come le stelle nascenti o quelle che stanno per morire".

martedì 18 giugno 2013

Viareggio presenta: "Pittura in Italia 1900-1935"


A Viareggio, le opere di Pellizza da Volpedo, Giacomo Balla, Umberto Boccioni, Carlo Carra', Giorgio de Chirico, Ardengo Soffici, Plinio Nomellini, Lorenzo Viani e molti altri raccontano l'arte italiana del primo '900.
Dal 20 luglio al 3 novembre, al Centro Matteucci per l'Arte Moderna saranno allestiti importanti dipinti provenienti da alcune delle maggiori collezioni private nazionali, che nel corso del tempo hanno puntato l'attenzione su i primi decenni del XX secolo (periodo che pone le basi di tanta parte della produzione artistica successiva).
Intitolata 'Prima e dopo la Secessione Romana. Pittura in Italia 1900-1935', la mostra e' stata curata da Ada Masoero, Susanna Ragionieri e Nicoletta Colombo, che hanno rispettivamente sviluppato la loro analisi nelle tre sezioni principali in cui e' suddiviso il percorso espositivo: 'Sotto l'impulso del nuovo secolo', 'Il clima delle Secessioni Romane' e 'Ritorno all'ordine. Novecento Italiano e oltre'.

La selezione guarda quindi l'insieme della cultura artistica italiana negli anni che dalla Belle Epoque attraversano la Grande Guerra, approdando al rinnovato classicismo degli anni '20 e dei primi anni '30. Per raggiungere infine sull'avventura delle Secessioni Romane, tanto affascinante quanto poco indagata.

martedì 14 maggio 2013

Cinema: al via il Festival di Cannes


Si apre domani, 15 maggio, la 66a edizione del Festival di Cannes.
Con un ricco programma e naturalmente con film attesi da tutto il mondo del cinema, attirerà sulla croisette un folto pubblico fino al 26 maggio.
Il presidente della giuria sarà il maestro statunitense Steven Spielberg. Madrina: Audrey Tatou (ricordate Amelie!?).
La locandina ufficiale é una foto (scattata nel 1963) di Paul Newman con la moglie Joanne Woodward durante le riprese di  "A New Kind Of Love" di Melville Shavelson.

Questi i film in Concorso che si contenderanno la Palma d'Oro:

“Only God forgives” di Nicolas Winding Refn (Francia / Danimarca)
“Borgman” di Alex van Warmerdam (Olanda)
“La grande bellezza” di Paolo Sorrentino (Italia / Francia)
“Behind the Candelabra” di Steven Soderbergh (USA)
“Venere in pelliccia” di Roman Polanski (Francia)
“Nebraska” di Alexander Payne (USA)
“Jeune et jolie” di François Ozon (Francia)
“Shield of straw” di Takashi Miike (Giappone)
“La vie d’Adele” di Abdellatif Kechiche (Francia)
“Like father, like son” di Hirokazu Koreeda (Giappone)
“A touch of sin” di Jia Zhang-ke (Cina)
“Grisgris” di Mahamat-Saleh Haroun (Ciad)
“The immigrant” di James Gray (USA)
“The past” di Asghar Farhadi (Francia)
“Heli” di Amat Escalante (Messico)
“Jimmy P.” di Arnaud Desplechin (Francia)
“Michael Kohlhaas” di Arnaud des Pallières (Francia / Germania)
“Inside Llewyn Davis” di Ethan Coen e Joel Coen (USA)
“A castle in Italy” di Valeria Bruni Tedeschi (Francia)

Buona visione!

martedì 30 aprile 2013

"Altri luoghi ..." - Parigi


Fontanelle Wallace

Nel 1872 gli acquedotti di Parigi sono ridotti uno sfacelo e procurarsi l'acqua è sempre più difficile. 
Il ricco filantropo inglese, Richard Wallace, decide di regalare alla città delle fontanelle in ghisa. Il disegno iniziale pare sia opera dello stesso Wallace, ma la supervisione è dello scultore Charles-Auguste Lebourg: 4 figure femminili (Semplicità, Temperanza, Carità e Bontà) con un capitello appoggiato sulla testa, sorreggono il tamburo di una cupola decorata con volute barocche.
In origine dalla cupola pendeva una catenella a cui era legato un bicchiere. Comprensibili ragioni sono alla base della loro sparizione! 


Le Passe-muraille

L’attraversa-muri (passe-muraille) è una scultura realizzata da Jean Marais nel 1989; una tra le più curiose (ma anche apprezzate) della città.
Si ispira alla novella “Le passe-muraille” (1943) di Marcel Aymé, che racconta la storia di un modesto impiegato che scopre di avere la capacità di passare attraverso i muri. Decide, allora, di utilizzare questo potere per vendicarsi delle umiliazioni subite e rendere la vita impossibile al suo capo.
L’attraversa-muri (passe-muraille) resterà però intrappolato a causa dell’amore: dopo una notte di passione, il protagonista resta bloccato nel muro che sta cercando di attraversare.
La scultura si trova a Montmartre, a place Marcel Aymé angolo rue Norvin. L'autore ha vissuto proprio in questa via ed anche Monsieur Dutilleul (l’eroe della novella) abitava a Montmartre.


lunedì 8 aprile 2013

Duomo di Siena: aperta la "Porta del Cielo"


Dopo lunghi restauri, dal 6 aprile, è possibile ammirare il "cielo" del Duomo, una serie di locali mai aperti al pubblico, in cui per secoli nessuno è potuto accedere, se si eccettuano le maestranze ed i grandi architetti che si sono avvicendati nei secoli (di cui restano progetti e schizzi effigiati talvolta direttamente sui muri).
La magnifica facciata del Duomo di Siena è fiancheggiata da due imponenti torri terminanti con guglie di svariate forme, al cui interno si inseriscono scale a chiocciola (nascoste alla vista) che conducono appunto verso il "cielo" del Duomo.
Dalle volte stellate della navata destra si inizia un itinerario riservato a piccoli gruppi (accompagnati da una guida): un percorso "sopra" il sacro tempio per ammirare le suggestive viste panoramiche "dentro" e "fuori" la cattedrale. 

Finalmente visibili le multicolori vetrate di Ulisse De Matteis con la rappresentazione degli Apostoli (che si affacciano all'interno della cattedrale con la vista del pavimento), dei principali monumenti scultorei e dell’interno della cupola con il "Pantheon" dei santi senesi, i quattro Patroni, santa Caterina e san Bernardino, i "giganti" dorati che proteggono dall'alto la comunità dei fedeli. 

Dall'affaccio della navata sinistra è possibile poi ammirare uno splendido panorama sulla Basilica di S. Domenico, la Fortezza Medicea, l’intera cupola della cappella di S. Giovanni Battista, il paesaggio circostante fino alla Montagnola Senese.
L'apertura al pubblico della "Porta del Cielo" è prevista fino al 27 ottobre 2013 (solo su prenotazione).

RIFERIMENTI DA:
http://www.beniculturali.it/mibac/export/MiBAC/sito-MiBAC/Contenuti/MibacUnif/Eventi/visualizza_asset.html_2118430135.html

domenica 7 aprile 2013

A Verona ... "Vinitaly 2013"


Al via la 47° edizione della principale manifestazione di riferimento del settore vinicolo, con oltre 4 mila espositori - di cui 128 esteri - su un'area espositiva di 95 mila mq, che ha registrato (nell'edizione 2012) 140 mila visitatori, dei quali oltre 48.000 esteri provenienti da più di 128 Paesi.
A Verona - dal 7 al 10 aprile - Vinitaly 2013: grandi eventi, rassegne, degustazioni e workshop mirati all'incontro delle cantine espositrici con gli operatori del comparto, assieme ad un ricco programma di meeting per affrontare ed approfondire i temi legati alla domanda ed offerta in Italia, Europa e nel resto del mondo.
Una vetrina dell'eccellenza italiana, che tra vino e olio di oliva, ha chiuso il 2012 con quasi 6 miliardi di euro di fatturato, dimostrando che il settore agroalimentare rappresenta un pilastro dell'economia e dell'export nel nostro paese.
Secondo quanto riportato dall'Istat, l'esportazione del vino è aumentata del 6,5% rispetto all'anno precedente: dagli estimatori di sempre come Stati Uniti, Canada, Germania e Regno Unito - con un incremento nell'importazione tra il 6 e l'11% - a coloro che ne hanno significativamente aumentato il flusso, cioè Cina (+ 15%) e Giappone (+ 28%).


In contemporanea al Vinitaly, la Rassegna Internazionale dell'Agroalimentare di Qualità, "SOL&AGRIFOOD", prestigiosa vetrina che promuove l'eccellenza olivicola ed agroalimentare sul mercato nazionale ed internazionale.
Solo i migliori oli extravergine di oliva e le eccellenze dell'agroalimentare: dalla pasta ai salumi, dai dolci ai formaggi, dai mieli alle salse, dalla birra al caffè.
Diverse le iniziative: degustazioni (dove il produttore, coadiuvato da uno chef, presenta e "racconta" il proprio prodotto), meeting, cooking show area (per abbinamenti innovativi tra le diverse tipologie di olio e le migliori produzioni agroalimentari), convegni. 
Al suo interno, il Ristorante "Goloso", che dalle 12.00 alle 18.00 propone delizie mediterranee con accento sardo realizzate dallo chef Maria Grazia Loddo; ed il Bistrot "Goloso" (dalle ore 16.30) che propone sorprese gastronomiche in stile "street food" (idee dolci e salate in abbinata con i grandi vini).

RIFERIMENTI DA:
http://www.vinitaly.com

sabato 6 aprile 2013

L'Aquila ... ore 3,32


309 rintocchi in memoria delle 309 vittime. 
Una fiaccolata, 12mila persone per ricordare le vittime del sisma che 4 anni fa distrusse L'Aquila. 
Una notte di veglia e preghiera, di dolore e rabbia.

lunedì 1 aprile 2013

"Cubisti Cubismo" a Roma


La rivoluzione cubista arriva a Roma in una grande mostra allestita al Vittoriano fino al 23 giugno
Da Picasso a Leger, da Braque a Severini,  l'esposizione "Cubisti Cubismo" presenta oltre 200 opere tra oli, disegni, sculture, filmati, oggetti di design, costumi e documenti che illustreranno al grande pubblico la forza di rottura del movimento - creato da Picasso e Braque in Francia tra il 1907 e il 1914 - capace di influenzare la cultura di un'epoca.
La rassegna presenta (tra le altre) opere degli spagnoli Pablo Picasso e Juan Gris; dei francesi Georges Braque, Fernand Leger, Albert Gleizes; del pittore americano Marsden Hartley, della russa Natalia Goncharova; degli italiani Gino Severini e Ardengo Soffici; dell'artista messicano Diego Rivera; degli inglesi Wyndham Lewis, Vanessa Bell. 

L'esposizione vanta la collaborazione e il supporto di numerosi musei di grande prestigio, tra i quali la Tate, il Victoria and Albert Museum e la Courtauld Gallery di Londra, lo State Pushkin Museum of Fine Arts di Mosca, The State Hermitage Museum di San Pietroburgo, la National Gallery of Art di Washington e la Solomon R. Guggenheim Museum and Foundation di New York, il Philadelphia Museum of Art di Philadelphia, la Fundacio'n Coleccio'n Thyssen-Bornemisza di Madrid. Esposti anche capolavori di importanti gallerie e collezioni private.


TI POTREBBE INTERESSARE:
http://www.romainunclick.it/arte-cultura/item/2417-cubisti-cubismo-al-vittoriano
RIFERIMENTI DA:
http://www.beniculturali.it


domenica 31 marzo 2013

sabato 30 marzo 2013

Enzo Jannacci R.I.P.

I poeti non muoiono mai ... sono solo da un'altra parte ... 


Enzo Jannacci (Milano, 3 giugno 1935 - Milano, 29 marzo 2013)

sabato 23 marzo 2013

Earth Hour 2013


Torna l’Ora della Terra, il grande evento globale WWF contro i cambiamenti climatici e per uno stile di vita più sostenibile.
La maratona a luci spente partirà dalle isole del Pacifico, per terminare 24 ore dopo alle Isole Cook.

Dall'Opera House di Sydney, passando per l'edificio più alto del mondo, il Burj Kalifah, alle torri KLCC di Kuala Lumper, alla Tour Eiffel a Parigi, dalle Cascate del Niagara, all'Empire State Building, al Parlamento del Regno Unito e la Porta di Brandeburgo a Berlino.
In Italia le 280 le città coinvolte spegneranno luci e monumenti alle 20,30. 

venerdì 22 marzo 2013

World Water Day 2013


La Giornata Mondiale dell'Acqua fu istituita tra il 1992 e il 1993 dalle Nazioni Unite per promuovere e sensibilizzare l'importanza dell'acqua e del suo approvvigionamento. 
Oggi nel mondo - in base alle informazioni che di recente hanno fornito l’Organizzazione Mondiale della Sanità e la FAO- ci sono ancora 894 milioni di persone che non hanno accesso a fonti di acqua potabile.
Il 2013 è l’Anno internazionale della cooperazione nel settore idrico
Nei paesi dell'Ue la Giornata Mondiale dell'Acqua sarà dedicata anche all'iniziativa dei Cittadini Europei (ICE).
Per contrastare la privatizzazione del servizio idrico voluta dalla Commissione Europea, un gruppo di cittadini ha avviato una campagna per trasformare l'acqua in un bene comune in tutta Europa: raccogliere un milione di firme (in almeno 7 paesi per raggiungere la quota minima) e chiedere alla Commissione di fare un passo indietro e far si che le risorse idriche siano messe fuori dal mercato ed al riparo dai tentativi di privatizzazione.
L'acqua è preziosa e va tutelata. Anche con piccoli gesti:

1 ) Chiudi il rubinetto mentre ti insaponi;

2 ) Per lavarti i denti usa un bicchiere;

3 ) Installa i riduttori di flusso ai rubinetti;

4 ) Fai una doccia (breve!) anziché il bagno;

5 ) Ripara i rubinetti che perdono;

6 ) Per lavare la frutta non usare l’acqua corrente: basta una bacinella;

7 ) Utilizza gli elettrodomestici (lavatrice e lavastoviglie) solo a pieno carico;

8 ) Riempi un catino per lavare piatti e stoviglie;

9 ) Se hai un giardino, d’estate irriga le piante al mattino presto o la sera;

10) Lava l’automobile in una stazione self-service.

Riferimenti da:
www.acquabenecomune.org

mercoledì 13 marzo 2013

Habemus Papam


E' argentino il successore di Benedetto XXVI al soglio pontificio: Jorge Mario Bergoglio è il nuovo Papa con il nome di Francesco. E' il primo Papa sudamericano della storia. 
E' nato il 17 dicembre del 1936 a Buenos Aires, dove fino ad oggi era arcivescovo. 

sabato 9 marzo 2013

Tiziano in mostra alle Scuderie del Quirinale


Fino al 16 giugno, a Roma, le Scuderie del Quirinale ospitano circa 40 dipinti (provenienti da musei italiani e stranieri) che segnano le tappe salienti della lunga e fortunata carriera del grande pittore veneto (Pieve di Cadore 1485 circa - Venezia 1576).
Una mostra concepita per concludere idealmente il progetto di rilettura della pittura veneziana e del ruolo cardine che essa ha avuto nel rinnovamento della cultura italiana ed europea. 
L'esposizione ripercorrere l'inarrestabile ascesa del grande artista italiano: dagli esordi veneziani in seno alle botteghe di Giovanni Bellini e Giorgione all'autonomia acquisita con le grandi tele per i dogi, gli Este e i Della Rovere fino ad arrivare alle committenze imperiali di Carlo V e poi del figlio Filippo II. 

L'intera carriera di Tiziano è rappresentata al massimo livello sottolineando il magistrale senso del colore e l'evoluzione di un tratto capace di travalicare i limiti dell'immaginario pittorico. 
Tra le opere esposte troviamo Il Concerto e La Bella di Palazzo Pitti, la Flora degli Uffizi, la Pala Gozzi di Ancona, la Danae di Capodimonte, il Carlo V con il cane e l'Autoritratto del Prado, lo Scorticamento di Marsia di Kromeriz. 
Nel percorso espositivo anche gli esiti della campagna di analisi scientifiche che hanno interessato gran parte della produzione dell'artista. Compiuta dal Centro di Ateneo di Arti Visive dell'Università degli Studi di Bergamo, la campagna ha offerto rilevanti risultati per riuscire a definire i rapporti tra opere autografe e opere di bottega e per documentare compiutamente l'evoluzione tecnica di Tiziano, a partire dai suoi anni di formazione.

RIFERIMENTI DA: 
http://www.scuderiequirinale.it/categorie/mostra-tiziano-roma

venerdì 8 marzo 2013

8 Marzo ... non solo


Giornata Internazionale della Donna.  
E' importante che ci sia. Ancora più importante è non dimenticare che esistiamo anche tutti gli altri giorni.  
Buon 8 Marzo!

giovedì 28 febbraio 2013

Infinitamente 2013


A Verona - dall'11 al 17 marzo 2013 - la V edizione di "Infinitamente", il festival dedicato a scienza, cultura ed arte ideato dall'Università degli Studi di Verona in collaborazione con il Comune di Verona ed il Consorzio di promozione turistica Verona Tuttintorno.
Tema di quest'anno "L’attrazione - Dall’uomo all’universo. I magnetismi della vita -".  
La rassegna sarà quindi incentrata sui concetti chiave di "attrazione e relazione", per capire quali sono i processi e i fattori che determinano la possibilità di sviluppare l’impulso attrattivo verso qualcosa o qualcuno. Un argomento particolarmente suggestivo sia in riferimento alle scienze cognitive, matematiche e fisiche, che ai rimandi in ambito psicologico, psicanalitico, filosofico ed artistico.


Nella settimana il festival propone molteplici appuntamenti: focus con scienziati, protagonisti del mondo culturale e artistico, incontri con gli autori, mostre, laboratori didattico-ludici, proiezioni cinematografiche, concerti, mostre e appuntamenti serali.
"Infinitamente" è inserita nel calendario ufficiale della Brain Awareness Week, la settimana mondiale della ricerca sul cervello e sulle scienze cognitive. 

Info e Programma del festival:
http://www.infinitamente.univr.it